Isolamento termico: i controlli da effettuare su infissi e serramenti nel periodo invernale

Con l’arrivo dell’inverno le temperature cominciano ad abbassarsi e il riscaldamento della casa diventa una priorità. Coniugare un riscaldamento efficiente con una spesa contenuta in bolletta non è una impresa facile, e diventa ancora più complicata senza la manutenzione periodica di infissi e serramenti. Molto spesso infatti i controlli su porte e finestre prima dell’inverno vengono sottovalutati, con evidenti effetti negativi sull’efficienza energetica della nostra casa. Scopriamo allora quali sono i controlli da effettuare sugli infissi per garantire un efficace isolamento termico invernale.

Infissi e serramenti non sono eterni. Indipendentemente dal materiale in cui sono realizzati (legno, alluminio o PVC), la loro esposizione agli agenti atmosferici – pioggia, vento, freddo, caldo – fa sì che debbano essere periodicamente sottoposti a manutenzione, soprattutto in alcune componenti spesso trascurate.

Uno dei primi controlli per l’isolamento termico invernale va effettuato su guarnizioni, parti meccaniche e cerniere degli infissi per verificare se non siano necessari interventi di manutenzione, effettuando una pulizia dalle incrostazioni e la lubrificazione dei meccanismi di apertura. Un controllo periodico costante su questi elementi allungherà sicuramente la vita dei vostri infissi, garantendo allo stesso tempo risparmio energetico.

È importante poi verificare lo stato delle sigillature dei vetri e, se necessario, effettuare per tempo una sostituzione con i sistemi di nuova generazione a doppio o triplo vetro, maggiormente efficienti dal punto di vista termico.

Tutti questi piccoli controlli possono fare la differenza nell’isolamento termico invernale della casa, ma spesso solo l’occhio di esperti dei serramenti è in grado di scoprire i più piccoli difetti: con il servizio di manutenzione programmata di Baltera potrete però garantire la funzionalità dei vostri serramenti nel lungo periodo, risparmiando anche sul consumo energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *