Vetrocamera per porte e finestre: la scelta continua

Quale vetrocamera scegliere

Dopo aver visto quali sono i primi elementi che possono aiutarci a  che risponde alle nostre esigenze, proseguiamo la nostra valutazione andando a vedere quali sono le variabili proposte dal mercato per questa soluzione di vetratura per serramenti.

Doppio o triplo vetro?

Nei tripli vetri, rispetto ai doppi vetri, le intercapedini diventano due, così come aumenta il potere isolante di tutto il serramento. Quella del triplo vetro è una soluzione estrema per condizioni speciali (contesto molto freddo o molto rumoroso). Per tutte le altre condizioni, può bastare un doppio vetro.

4 – 16 – 4

Cosa significano questi numeri associati alla scelta della vetrocamera? Quando si trova una sequenza di tre numeri (nel caso di doppio vetro), stiamo parlando di spessori: un vetro da quattro millimetri, un’intercapedine da 16 millimetri e un vetro da quattro millimetri. Quando troviamo numeri separati da una barra o da un punto (ad es 6/7 – 16 – 8/9 oppure 6.7 – 16 – 8.9), stiamo parlando di vetri composti da più strati di cristallo di differente spessore. Com’è intuibile, più grandi sono gli spessori, più alto sarà il potere isolante del vetrocamera.

Il fattore BE

Più il fattore solare di un vetro è elevato, più i raggi andranno a riscaldare gli ambienti interni. Quando il numero di sopra è seguito dalla sigla BE, ci viene indicato che stiamo parlando di vetri basso emissivi, che normalmente hanno un fattore solare alto (intorno al 70%).

Il vetrocamera con gas

Un ulteriore elemento da valutare nella scelta del vetrocamera giusto per le nostre esigenze è la presenza o meno del gas isolante nell’intercapedine. Il gas non è un elemento costituente del vetrocamera. Esistono anche doppi e tripli vetri le cui intercapedini contengono semplicemente aria. Il potere isolante dei gas, però, può fare la differenza nell’isolamento termico e acustico dell’abitazione. Il vetrocamera con gas Argon è il più diffuso, ma quello con il Krypton è il top in fatto d’isolamento (e di costi).

A chi affidarsi?

L’ultimo consiglio per scegliere la tipologia di vetrocamera che risponda effettivamente alle vostre esigenze è quello di affidarvi a professionisti seri, in grado di orientarvi sull’opzione ottimale, ma anche in grado di garantire una posa in opera eccellente, che non vanifichi tutti i pregi del vetrocamera.

Fonte immagine: finstral.com