baltera finestre e porte

Apertura finestra: autorizzazione e permessi necessari per un lavoro a norma

Apertura vano finestra in muro perimetrale

Quando si pianifica la trasformazione o l’apertura di una nuova finestra, l’autorizzazione del progetto è uno dei requisiti fondamentali per l’avvio dei lavori. Ma quali sono i permessi necessari per compiere un lavoro a norma? Ecco qualche indicazione utile.

Aprire una finestra nel muro esterno: è possibile?

L’apertura di un vano finestra in un muro perimetrale è uno degli argomenti sui quali c’è maggiore (e legittima) confusione tra architetti e progettisti. Gran parte delle procedure da effettuare e permessi da chiedere, dipenderanno, come di consueto, dalla tipologia d’immobile sul quale va effettuato l’intervento (presenza di eventuali vincoli), sul tipo di muro (portante o meno) sul quale si effettua la nuova apertura destinata a vano finestra e sui parametri meccanici della muratura e sulla destinazione della finestra.

Apertura finestra: l’autorizzazione di un nuovo vano

Ovviamente è indispensabile richiedere il permesso giusto per l’apertura di una nuova finestra. SCIA (DIA), permesso di costruire o comunicazione d’inizio lavori (CIL)? Il titolo che abilita allo svolgimento dei lavori di apertura di un vano finestra nel muro perimetrale di un edificio è il permesso di costruire (la DIA è accettata come alternativa) per interventi di ristrutturazione edilizia RE2 (così come classificati dalle disposizioni in materia definite dalla circolare n° 19137 del 09/03/2013 del Dipartimento Urbanistica ed edilizia privata del Comune di Roma). Ciò vale sia per l’apertura di una nuova finestra che per la trasformazione di quelle esistenti.

Apertura finestra senza autorizzazione

Per non compiere un abuso edilizio, dunque, occorre sempre presentare un progetto a norma di legge e provvisto dei permessi amministrativi necessari ad autorizzare i lavori. L’apertura di una finestra senza autorizzazione comporta dunque sempre

Posso aprire una finestra senza il permesso del condominio?

Altro discorso è se per l’apertura di nuovi vani finestra serve l’autorizzazione condominiale. Per l’apertura di una nuova finestra all’interno di un edificio condominiale, infatti, non è indispensabile richiedere il parere degli altri condomini a patto che l’opera in questione non vada a compromettere l’estetica, la destinazione o la stabilità dell’edificio. Restano indispensabili, invece, i permessi richiesti dall’amministrazione locale necessari per dare l’avvio ai lavori.

Per approfondire meglio qual è il tipo di autorizzazione richieste per aprire una finestra nel muro esterno, affidatevi a professionisti della progettazione chiedendo la consulenza dei tecnici di Baltera 1960.